fbpx
080 591 0134 347 3023126 info@robertocarlaio.it

Odontoiatria Conservativa

Cura della carie e dell'integrità dentale

L’Odontoiatria Conservativa è una branca dell’odontoiatria restaurativa che si occupa della cura e recupero degli elementi dentali originali.

L’obiettivo della terapia conservativa è quello di preservare lo stato di integrità strutturale dei denti interessati dalla carie o da danneggiati in seguito a traumi.

Grazie all’avvento di materiali altamente performanti ed estetici e all’ausilio di sistemi ingrandenti, l’odontoiatria conservativa moderna mira a risolvere le patologie dentali nell’ottica della minore invasività e della massima precisione. Una volta che l’elemento dentale è stato interessato dai batteri responsabili della carie, è importante non solo  la rimozione  del tessuto carioso ma anche procedere alla sua sostituzione con materiali idonei.

Cos'è la Carie

Origine ed evoluzione della patologia

La carie è un’infezione di origine batterica  che colpisce i tessuti duri del dente e data dalla risultante di uno squilibrio tra flora batterica del cavo orale e difese dell’organismo. Colpisce indistintamente sia i denti vitali che quelli devitali ed inizia con una progressiva demineralizzazione del dente.

Solitamente prende inizio al di sotto della placca batterica in alcune aree elettive dello smalto e se non trattata assume un andamento progressivamente ingravescente sino ad intaccare la polpa.

I denti più interessati dalla carie sono prevalentemente i molari , i premolari  e gli incisivi superiori  cosi come gli spazi interdentali per il mancato uso del filo interdentale.

Cosa'è la Carie
Consigli e profilassi

Come prevenire la formazione della Carie

Per salvaguardare la salute dei denti da eventuali processi cariosi o altre infezioni diventa importante applicare le regole della prevenzione dentale.

Lo scopo è quello di mantenere denti e gengive in ottimo stato di salute e quindi impegnarsi sul fronte igiene orale domiciliare e professionale da un lato e prevenzione dall’altro. Infatti un’igiene orale non corretta e il consumo di cibi acidi, grassi o ricchi di zuccheri raffinati, creano le condizioni per lo sviluppo della carie dentale.

E’ importante assumere una quota adeguata di sali minerali e vitamine per il corretto equilibrio del cavo orale.

Come prevenire l’insorgere della carie nei bambini
Uno dei consigli da seguire è quello di sottoporre i piccoli pazienti alla seduta di sigillatura dei solchi. Per prevenire l’insorgenza della carie, si accomanda di sigillare i primi molari  permanenti con apposite resine a rilascio di fluoro.

 

Corretta Igiene Orale

Una adeguata igiene orale domiciliare prevede l’uso dello spazzolino tre volte al giorno e dopo ogni pasto o spuntino.

Dentifricio di qualità

Utilizzare dentifrici di qualità e possibilmente non aggressivi per evitare di danneggiare lo smalto.

Filo interdentale

Prendere l’abitudine di utilizzare il filo interdentale o scovolini dedicati per detergere le zone interprossimali dei denti.

Colluttorio antisettico

Colluttorio antisettico

Impiegare collutori con antisettici e arricchiti in fluoro.

Igiene dentale e controlli periodici

Eseguire ogni 3/6 mesi l’igiene dentale professionale: l’igienista dentale suggerirà il giusto numero di sedute per mantenere un ottimale stato di salute della bocca. Sottoporsi a visite di controllo dal dentista per sorprendere eventuali processi cariosi o di altra natura.

Sintomi della carie
Come accorgersi dell'infezione cariosa

Sintomi che indicano la presenza della carie

La  carie dentale sebbene è una patologia degenerativa, inizialmente potrebbe essere asintomatica. Se non trattata in tempo può portare ad intaccare la polpa dentale con la necessità di ricorrere alla cura canalare detta anche devitalizzazione.

  • Dolore durante la masticazione
  • Ipersensibilità a cibi e bevande calde, fredde, dolci, salate o acide
  • Alitosi (cattivo odore dell'alito)
  • Disgeusia o alterazione del gusto
  • Presenza di cavità o fori pigmentati visibili.
  • Cambiamento cromatico dello smalto che appare più scuro.

Le principali cause della carie dentale

Come si sviluppa la carie

La principale causa della formazione di carie è la scarsa o errata igiene orale che favorisce il deposito di placca e la successiva aggressione batterica.
Anche il consumo eccessivo di zuccheri è in grado di modificare lo stato di equilibrio naturale della flora batterica del cavo orale, predisponendo il soggetto alla carie dentale. I ceppi di batteri con un elevato potere cariogeno si nutrono proprio del glucosio presente nei residui alimentari e il prodotto di derivazione batterica che si forma ha un potere di acidità tale da dissolvere lo smalto dentale e favorire il rammollimento del tessuto dentinale.

Altri fattori che concorrono alla formazione della Carie
  • Eccessivo accumulo di placca dentale
  • Elementi dentali affollati
  • Fumo
  • Qualità e caratteristiche strutturali del dente
  • Diverso grado di mineralizzazione dello smalto
  • Cause endogene che riducono o alterano la saliva
  • Disturbi comportamentali alimentari: vomito autoindotto
  • Gravidanza
  • Protesi incongrue e otturazioni mal eseguite

Il miglior rimedio contro la carie e' la tempestività

E’ importante sottoporsi periodicamente ad accurate ispezioni odontoiatriche e sedute di igiene dentale per prevenire il formarsi della carie o curarla in tempo.

La carie è un’infezione che tende a peggiorare col tempo. Esistono infatti diversi livelli di profondità/intensità della carie, alcuni dei quali sono davvero molto difficili da individuare ad occhio nudo e spesso sfuggono anche all’occhio dei professionisti non dotati dell’adeguato supporto tecnologico.

Grado di gravità della carie
  • 1° GradoSi tratta di un'infezione limitata allo smalto che può essere curata con una comune otturazione dentale
  • 2° GradoSi definisce di secondo grado l'infezione che ha già superato lo strato di smalto dentale ed ha raggiunto la dentina superficiale. Risolvibile con una comune otturazione.
  • 3° GradoIn questo caso l'infezione ha superato la dentina profonda ed ha raggiunto la polpa dentale dando origine ad un processo infiammatorio definito pulpite. In questi casi è necessaria la terapia endodontica.
  • 4° GradoE' la forma di carie più severa e si raggiunge quando la polpa dentale si necrotizza intaccando anche i tessuti molli e duri che avvolgo la radice del dente.
Cura della carie Prima e Dopo

Cura della Carie

Come si curano le lesioni cariose

La terapia consiste nella rimozione del tessuto carioso e rammollito attraverso degli strumenti rotanti (dette frese) e con l’ausilio del microscopio operatorio al fine di asportare in modo preciso e poco invasivo, soltanto quella parte di tessuto intaccato dalla lesione cariosa.

Per questa procedura spesso si pratica una anestesia locale, anche se la scelta è strettamente correlata a diversi aspetti che vanno dall’entità della lesione cariosa al grado di collaborazione del paziente.

Diventa fondamentale in Odontoiatria Conservativa, l’utilizzo della diga di gomma, un sistema che permette attraverso una membrana sottile in lattice o nitrile di isolare il campo operatorio.

Questo modo di operare  ci permette non solo lavorare in assenza di saliva e umidità “nemici dei materiali restaurativi” ma anche  di rendere più confortevole, sia per il clinico che per il paziente, le procedure tecniche-operative.

Otturazione diretta e intarsi dentali

Soluzioni personalizzate

Il trattamenti di un processo carioso passano attraverso degli step che hanno come obiettivo comune il recupero e il ripristino morfologico, funzionale ed estetico del dente.

La carie infatti potrebbe essere trattata con un restauro diretto in composito “otturazione diretta” oppure attraverso un restauro indiretto chiamato intarsio.

L’otturazione è indicata nei processi cariosi di ridotta estensione ed ha il vantaggio di essere una tecnica di rapida esecuzione.

In presenza di cavita cariose molto ampie e con smalto ridotto, trovano maggiori indicazioni i restauri indiretti chiamati intarsi. La tecnica dell’intarsio prevede una preparazione cavitaria adeguata e l’impronta post-operatoria. A distanza di una settimana, tempo necessario al laboratorio per eseguire il manufatto, viene cementato adesivamente l’intarsio.

Otturazione dentale e intarsio
I tuoi denti sono in buone mani

Casi clinici di Odontoiatria Conservativa

Domande frequenti

Domanda uno?

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Domanda due?

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Domanda tre?

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Domanda quattro?

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Problemi di carie? Contattaci e Prenota una visita

Compila il form e invia la tua richiesta, riceverai una conferma entro 24 ore.
I nostri recapiti: 080 591 0134 / 347 302 3126

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.